CLOSE

This website uses cookies. By closing this banner or browsing the website, you agree to our use of cookies. CLOSE

Scroll Down

29|06|2016

QUANTO PIACERE RIESCI A SOPPORTARE?

Oggi voglio scrivere di LIBERTA', perché ad alcuni può succedere di darla per scontata o di limitarne il concetto alla sola libertà fisica.


Libertà è in realtà un concetto molto ampio.

Per alcuni libertà implica avere libertà di corpo, per altri invece la libertà della propria mente mentre per altri ancora esiste libertà se e solo se si hanno entrambe.


A mio avviso quale sia la più importante è una scelta personale e non credo che una implichi necessariamente l’altra; ci sono tantissimi esempi nella storia di uomini fisicamente imprigionati ma che hanno avuto una incredibile libertà di mente e spirito mentre spesso si incontrano nella propria vita quotidiana, persone che seppur fisicamente libere sono in realtà imprigionate in gabbie profonde, controllate da secondini tremendi che anche davanti ad un primo barlume di speranza, rimproverano e umiliano a gran voce.

Io, come molti, ho la fortuna di avere sempre avuto la libertà fisica mentre solo da pochi anni posso dire di correre verso la libertà mentale.


Libertà cioè di pensare e provare quello che voglio, libera di immaginare e creare la vita che voglio, libera di amare, soffrire e rialzarsi senza pensare che tutto è un schifo, libertà di non frequentare chi non mi fa star bene, libertà di non considerare chi vuole ammazzare i miei sogni per non dover ammettere la propria mediocrità, libertà di sognare e volare alto, libertà di sbagliare e imparare, libertà di piangere e poi di decidere di sorridere.

In poche parole la libertà di decidere della mia vita o più semplicemente di Vivere Felici.

 

I problemi che la vita ci mette davanti non cambiano, indipendentemente dal fatto di sentirsi liberi e felici o tristi e infelici; la differenza sta in quanto ci si sente liberi di evitare che quei problemi ci influenzino negativamente.

La scelta che si ha è quella di andare di essere sopraffatti dai problemi e tornare alle terribili torture che la nostra mente è capace di infliggerci o camminare liberi nel mondo indipendentemente dalle circostanze.

La libertà non è un mero ideale verso cui tendere ma è tutto ciò che possiamo essere e possiamo insegnare a chi sta intorno a noi.

 

Progettare la propria libertà, vivere la propria libertà, trasmettere la propria libertà, comportarsi come se tu fossi l’elemento che controlla la propria vita.

 

Richard Bandler, fondatore della PNL, definisce così la libertà individuale “è la capacità di provare le sensazioni che vuoi, così da spezzare le “catene dei liberi”: paura, tristezza e odio”; la vera libertà individuale si ottiene quindi quando si riesce a spezzare le proprie catene emotive fatte di emozioni, convinzioni limitanti e comportamenti distruttivi.

 

Libertà è trovare il proprio destino, ascoltando il proprio io profondo e portarlo a termine con consapevolezza e determinazione, imparando a gestire le proprie emozioni interiori.

 

Come si arriva a questo? Imparando a conoscere se stessi e a controllare i propri stati interni


Figo? Si moltissimo! 


Possibile? Si e anche piacevole


Ora la domanda è: tu vuoi essere libero?

 

ARTICOLI CORRELATI

03|04|2017

FUORI IN 90 SECONDI

27|09|2016

EVA CONTRO EVA O QUESTIONE DI PROSPETTIVE

23|08|2016

IL LATO OSCURO DELLA FORZA

22|07|2016

IL VIAGGIO DELL'EROE

30|06|2016

ABRACADABRA

Logo Giovanna Carucci